Sui voli Americani ritorna la terza classe. L’ulteriore passo potrebbe essere il volo in piedi?

E’ vero che chi deve affrontare un viaggio e ha risorse limitate cerca ogni modo per pagare di meno, questa è la fortuna, in fondo, delle Compagnie Low cost che hanno il difetto di offrire il proprio servizio sulle tratte di corto e medio raggio. Già da aprile la Delta Airlines ha introdotto la Classe ultra economica caratterizzata da maggiori disagi rispetto alla classe turistica ma con l’indubbio vantaggio di un costo ancora minore. Ora la Basic Economy potrebbe venire adottata anche da United Airlines e da American Airlines. Certo, chi vuole ridurre all’osso il costo del volo deve mettere in conto che è esclusa la possibilità di scelta del posto, che lo spazio per le gambe è ancora più ridotto, che difficilmente sarà possibile annullare, modificare il volo e chiedere un rimborso ma il risparmio con la Basic Economy c’è sicuramente. Difficilmente queste condizioni potranno rappresentare una vera concorrenza per le Compagnie Low Cost ma potrebbe funzionare sul lungo raggio, a patto di essere disposti ad arrivare a destinazione completamente anchilosati. Il prossimo passo per far pagare ancora meno potrebbe essere il viaggio in piedi o l’arrivo in paracadute per tagliare il costo di atterraggio e decollo.